Raccolta differenziata, è possibile staccarsi dal comune?

Raccolta differenziata, è possibile staccarsi dal comune?

Nella maggior parte delle città italiane è ormai attiva la raccolta differenziata. Durante la settimana una squadra di netturbini, secondo il calendario stabilito dal comune di appartenenza, provvede alla raccolta costante dei rifiuti.

In questi ultimi mesi però sono in aumento le persone che sperano di poter effettuare lo smaltimento dei rifiuti in modo autonomo, senza l'ausilio del comune, è possibile? Lo scopo in questo caso è quello di poter risparmiare anche sulla raccolta differenziata, considerando che sono diverse le macchine messe all'interno delle città che permettono di guadagnare attraverso lo smaltimento di materiali come plastica, vetro carta ed altri materiali riciclabili.

Raccolta differenziata, come smaltire i propri rifiuti?

Come abbiamo accennato all'inizio di questo nostro articolo, la maggior parte delle città italiane ha messo in attivo la raccolta differenziata. Sostanzialmente i cittadini hanno visto recapitare nelle proprie abitazioni i contenitori per la selezione casalinga dei rifiuti, insieme al calendario di raccolta. Lo smaltimento dei rifiuti avviene quasi allo stesso modo in ogni città, un esempio pratico per capire quanto stiamo dicendo può essere la città di roma, oltre che il territorio provinciale e regionale. Al fine di risolvere questo dilemma l'ideale sarebbe rivolgersi al servizio di nettezza urbana comunale, o più semplicemente ad alcune attività economiche che operano nel settore. Qui infatti il singolo cittadino può scegliere di effettuare la raccolta differenziata attraverso il comune o rivolgersi direttamente ad una azienda che opera nel settore, come appunto la Nova Ecologica (Clicca qui).

Raccolta differenziata autonoma ed esenzione tasse

Nel momento in cui decidete di effettuare in maniera autonoma la raccolta differenziata state bene attenti all’esenzione delle tasse.Attualmente purtroppo non è stato chiarito se rivolgersi direttamente ad un'agenzia esterna che si occupi solo fisicamente di raccolta differenziata, possa effettivamente aiutarci a non pagare alcune delle tasse comunali destinate alla nettezza urbana. Per poter avere questo tipo di informazioni è il caso di rivolgersi agli uffici comunali diretta urbana, spiegando nel dettaglio quali siano le vostre esigenze. Successivamente stato un approfondimento di quelli che sono i vostri costi insieme alle convenienze e scegliere nel quale sarà la soluzione perfetta per voi. Prima di rivolgersi agli uffici competenti, il consiglio che viviamo, è quello di provare a effettuare una ricerca sul web riguardante tale argomentazione, dato che molto spesso la risposta che cerchiamo si nasconde nei siti web ufficiali delle città, soprattutto nella sezione dedicata all’amministrazione.

TFR, perché va pagato tempestivamente

TFR, perché va pagato tempestivamente

Sentiamo spesso parlare di TFR, ma sappiamo esattamente di cosa si tratta e come si calcola? Cominciamo col dire che il TFR consiste in una somma che, al termine di un rapporto lavorativo, viene data dal titolare al dipendente. Per quanto riguarda il calcolo del tfr, la somma corrisponde a tante piccole quote accantonate in busta paga durante gli anni. Viene anche chiamato per semplicità liquidazione e, per legge, ne godono sia i dipendenti della pubblica amministrazione che i dipendenti del settore privato.

TFR, quando viene pagato

La data in cui viene liquidato il TFR dipende innanzitutto dalla tipologia di lavoro in questione, ovvero se si riferisce alla pubblica amministrazione o al comparto privato. Nel primo caso i tempi sono un po’ più lunghi, anche a seconda delle specifiche condizioni del pensionamento. Bisogna vedere, infatti, se ad esempio il dipendente è andato in pensione preventivamente o nei tempi tecnici precisi. Nel secondo caso, invece, i tempi dovrebbero essere molto più celeri e dovrebbero essere contenuti in appena 45 giorni dalla fine del rapporto lavorativo. Le differenze tra pubblico e privato si rifanno a una norma introdotta dal governo Monti che aveva dilatato i tempi per la liquidazione nel caso di un dipendente pubblico che va in pensione.

TFR, novità per la pubblica amministrazione

Una decisione molto recente da parte del Tribunale del Lavoro della capitale ha stabilito che le disparità di pagamento del TFR tra pubblico e privato non devono più sussistere, richiamando addirittura a una presunta incostituzionalità della norma Monti. Ora quindi si aspetta che anche la Corte Costituzionale, chiamata in causa proprio dal tribunale romano, si pronunci sulla questione. Nel caso in cui la Corte suprema fosse d’accordo con il tribunale, vorrebbe dire che anche i dipendenti della pubblica amministrazione potrebbero ricevere la liquidazione entro tempi molto brevi e non più spalmata in diversi anni come avviene ora. Oggi, infatti, nel caso in cui la liquidazione sia entro i 50 mila euro, il pagamento è immediato, se invece è compreso entro i 100 mila euro viene diviso in due pagamenti o anche – addirittura – in tre. Al contrario, il tribunale della capitale ha invece affermato che la liquidazione va pagata in modo tempestivo soprattutto perché il lavoratore che va in pensione, magari a una certa età, quasi sempre intende utilizzare il trattamento di fine rapporto per recuperare alcune spese già investite, magari per la propria famiglia o per la propria casa o comunque per spese personali.

Gli strumenti per il trading professionale

Gli strumenti per il trading professionale

Per massimizzare i profitti a seguito di investimenti sul mercato finanziario, è necessario avere una solida conoscenza del settore, adottare le giuste strategie e disporre di strumenti più sofisticati. Per questo motivo è importante che un broker incoraggi i suoi clienti ad approfittare di strumenti e risorse che gli fornisce per utilizzarli durante le varie sessioni di trading affinché possano ottimizzarlo e rendere professionale. Analisi del mercato e calendario economico sono solo un paio di esempi di un'ampia selezione di questi strumenti e risorse.

 

Gli strumenti di trading offerti dal broker

 

Grafici e indicatori per un'analisi tecnica, sono due tra le tante tipologie di strumenti che un broker può offrire. Le analisi tecniche e fondamentali sono importanti nel mercato dei cambi. Capire la differenza e il modo in cui vengono utilizzati dai professionisti del settore è dunque vitale per il successo nel trading. L'analisi tecnica analizza il movimento dei prezzi e utilizza le informazioni per prevedere la loro futura fluttuazione. L'analisi fondamentale invece utilizza fattori economici noti proprio come “fondamentali”. Coadiuvato da esperti trader e analisti di mercato professionisti, il broker Stofs è uno dei migliori presenti sul mercato e che per la sua trasparenza e la disponibilità di piattaforme adeguate è ideale sia per trader principianti che di media competenza. Le piattaforme in oggetto sono tra le migliori che il mercato possa offrire e nello specifico si tratta di quelle denominate MetaTrader (versione 4 e 5) il cui software è prodotto dalla notissima MetaQuotes Corporation. Il broker in oggetto tra l’altro consente di fare del trading in italiano, avendo anche una sua sede di trading a Milano.

 

Dati e informazioni aggiornati

 

I dati e le informazioni aggiornati rappresentano la direzione generale in cui un titolo o un mercato è diretto. Le informazioni fornite da un broker costituiscono quindi uno strumento prezioso per il trading online e sono parte integrante del processo che conduce al successo. Queste informazioni nel caso del suddetto broker Stofs, sono scritte da veterani del settore con anni di esperienza nel campo del trading e dei rapporti, a riguardo dei tassi valutari, indici azionari e materie prime.

I grafici di valuta invece un’altra delle risorse più preziose sia per i trader esperti che per i principianti. Le classifiche valutarie analizzano il mercato e forniscono ai trader una panoramica sulla direzione del mercato. L'utilizzo dello strumento gratuito offerto da questo broker consente inoltre di riconoscere facilmente le tendenze e i modelli valutari. Quando ad esempio si negoziano azioni, i commercianti non acquistano o vendono quelle effettive, ma investono solo nell'aspettativa che il loro valore aumenti o diminuisca. I CFD invece sono prodotti derivati che possono essere negoziati sul mercato live senza possedere effettivamente lo strumento sottostante. I trader hanno dunque l'opportunità di investire e trarre profitto dai CFD, indipendentemente dalle indicazioni di prezzo, orientate in su o in giù

L’analisi fondamentale e tecnica dei professionisti

 

I commercianti di successo quindi i professionisti, spesso utilizzano analisi sia fondamentali che tecniche per ottenere un successo maggiore. Ad esempio, alcuni analisti fondamentali utilizzano tecniche di analisi per determinare il momento migliore per inserire una posizione. Gli analisti tecnici ricorrono però anche alle fondamentali per rassicurare la loro decisione. Ad esempio, se un segnale di vendita viene fornito attraverso indicatori tecnici, un trader potrebbe esaminare alcuni fondamentali chiave per assicurare la propria decisione.

 

Infine va sottolineato che un altro strumento che apparentemente può sembrare banale, ma invece non lo è affatto, riguarda il calendario economico in tempo reale. Nello specifico serve a coprire gli eventi economici e gli indicatori di tutto il mondo, e deve essere costantemente ed automaticamente aggiornato quando vengono rilasciati nuovi dati. Per questo motivo e non solo, avere alle spalle un broker affidabile ed esperto, significa trovarsi la strada spianata per imparare e presto e bene, a fare del trading professionale utilizzando ogni singolo strumento al posto giusto e nel momento giusto, e quindi trarne dei maggiori profitti, limitando nel contempo al minimo le perdite che sono sempre dietro l’angolo e perciò, non vanno assolutamente sottovalutate.

Come diventare un trader disciplinato

Come diventare un trader disciplinato

Avere successo nel Forex trading significa principalmente avere disciplina durante le attività commerciali e una mentalità volta all'apprendimento e alla pianificazione, piuttosto che al gioco d'azzardo. La maggior parte delle persone che si avvicinano al Forex trading, lo fanno con l'obiettivo di guadagnare molti soldi in poco tempo. Il loro sogno è quello di diventare milionari, raggiungere la libertà finanziare e poter salutare per sempre il loro posto di lavoro.

La verità però, è che per raggiungere questi obiettivi, è necessario lavorare molto, imparare e impostare degli obiettivi reali, da raggiungere un po' alla volta nel tempo. Se si desidera diventare milionari dalla sera alla mattina, si hanno più possibilità con il SuperEnalotto che con il Forex.

Le persone che subiscono delle perdite durante il loro cammino, imparano dalle sconfitte e vanno avanti, senza perdere di vista il loro obiettivo principale. Per diventare un trader disciplinato, ci sono alcuni step che dovrai seguire:

Avere un piano

Per raggiungere il successo nel forex trading, il primo passo logico sarebbe quello di sviluppare una buona strategia di trading e seguirla. Avere disciplina per seguire una strategia di trading è fondamentale e il modo più sicuro per costruirti una carriera di successo e realizzare profitti a lungo termine. Pianificare nel mondo del Forex trading, significa analizzare il mercato e sviluppare tecniche di analisi.

Questo significa che il trader, dovrà essere capace di seguire e interpretare i movimenti dei prezzi sui grafici di trading. Il trader deve anche essere anche in grado di tradurre gli indicatori tecnici e identificare le posizioni di trading ideali. Un buon piano deve essere innanzitutto personalizzato a seconda delle tue esigenze. Il piano vincente di un trader di successo, non si adatta a chiunque.

Controllare le tue emozioni

Le emozioni sono il tuo peggior nemico quando operi nel mercato del Forex trading. Queste ti fanno perdere la concentrazione e ti fanno prendere decisioni basati su fattori esterni, piuttosto che su ragionamenti logici. Un trader può raggiungere la disciplina solo imparando a controllare le proprie emozioni. Le emozioni negative che colpiscono molti trader principianti sono la paura, l'ansia, la confusione e il panico.

Queste emozioni sono solitamente più evidenti quando il trader si trova nel bel mezzo di un trade perdente. Questa posizione fa sì che il trader perda fiducia nelle proprie decisioni e alla fine finisce per sviare il suo piano, lasciandosi travolgere dalle emozioni.

Se sei davanti al tuo computer a fissare i grafici di Metatrader 4, mentre vieni travolto dalle emozioni indotte da una telefonata, un messaggio o qualsiasi altra distrazione, prendi una pausa e stacca la spina. Un'altra emozione che ha un impatto negativo sui trader, è l'avidità. Questa, si presenta al contrario delle precedenti, quando il trader si trova nel bel mezzo di un trade vincente. Il trader Forex si sente in obbligo di massimizzare i propri profitti e quindi finisce per aggrappare troppe speranze su un singolo trade.

A parte il mantenere aperta questa posizione, un bravo trader dovrebbe chiudere in positivo uno scambio e attenersi al piano. Tuttavia, quando l'avidità prende il sopravvento, il profitto, quanto buono che sia, viene messo in secondo piano. Questo, può comportare anche la perdita del profitto stesso, nel momento in cui la volatilità del mercato cambia improvvisamente le carte in tavola.

Sii realista

Gli esperti di trading dicono che il peggior pericolo per un trader stia nel fatto di alzare le proprie aspettative in maniera eccessiva, dopo troppo poco tempo. Che cosa succede? Succede che la disciplina viene persa di mira, e conseguentemente a qualche vincita, seppur fortunata, invece di attenersi alla propria strategia, si cerca di alzare l'asticella.

Sii realista. In un giorno non puoi diventare il nuovo milionario e apparire il mese dopo sulla copertina del Time. Approfitta di quello che viene giorno dopo giorno e se non credi di poter arrivare mai alla Luna, accontentati almeno di arrivare sulle nuvole!

Garanzie accessorie assicurazione auto, quali le più scelte

Garanzie accessorie assicurazione auto, quali le più scelte

Elemento obbligatorio per ciascun proprietario di un veicolo e che intenda circolare senza problemi è l'assicurazione di tipo RC auto. La sottoscrizione di questa polizza, nonostante non sia sempre amata dagli automobilisti, tuttavia tende a fornire una qualche copertura per sé e per gli altri, in caso di sinistri. Su internet, tante sono le informazioni sulle tipologie assicurative ed anche eventuali procedure per sottoscrizione o disdetta, come sul sito www.inforcauto.it.

Sebbene, come detto, la polizza di tipo RC auto non sia molto amata dagli automobilisti italiani, a causa dei suoi costi elevati in alcuni casi, tende ad essere abbinata spesso ad ulteriori coperture accessorie. Il tutto per avere una maggiore tutela e garanzia quando si è al volante della propria automobile e così da poter viaggiare, sia per questioni private che di lavoro, in maniera più serena. Cerchiamo comunque di capire quali siano le coperture aggiuntive più gettonate dagli italiani.

Le garanzie accessorie più richieste

Tra quelle diffuse e domandate alle diverse compagnie assicuratrici nel nostro Paese, vi sono quelle riguardanti gli atti vandalici, che si attesta intorno al 4,70%, e la Kasko completa, richiesta da circa il 5,40% degli assicurati. Un pò più gettonata, considerando forse le tante situazioni negative accadute nel nostro Paese, è la copertura riguardante gli eventi naturali, domandata da circa il 7,20% degli utenti.

Circa il 9% di questi, invece, tende a richiedere una copertura inerente i cristalli, quindi a protezione dei vetri del proprio veicolo, mentre una quota leggermente maggiore, attorno al 9,4%, si tutela ulteriormente con la Kasko Collisioni. Tuttavia, a preoccupare ancora di più gli automobilisti,  sono gli incendi ed i furti, purtroppo molto diffusi nel nostro Paese, a cui fanno fronte con una tutela assicurativa accessoria circa il 12,3% degli utenti.

Con una percentuale uguale, al 13,2% per entrambe, vi sono invece le coperture riguardanti sia l'infortunio al conducente che l'assistenza stradale. Delle problematiche molto sentite dagli automobilisti e, di conseguenza, ne sono richieste davvero tante alle diverse compagnie assicuratrici. Tuttavia, la garanzia accessoria più domandata è quella relativa alla tutela legale, scelta dal 13,3% degli utenti, e che serve a coprire eventuali spese legali in diversi tipi di sinistri in cui si può essere coinvolti.

I costi di tali coperture accessorie

Ad incidere parzialmente in questa particolare classifica, tuttavia, vi sono i costi connessi alle singole garanzie. Infatti, le tariffe medie riguardanti, ad esempio, la polizza atti vandalici, si aggirano attorno ai 510 €, mentre quelle per gli eventi naturali si attestano sui 327 €. Problematiche molto diffuse nel nostro Paese, ma le cui coperture accessorie sono poco richieste dagli utenti, anche causa proprio dell'elevato costo per sottoscriverne una.  

Sebbene, come detto, la polizza di tipo RC auto non sia molto amata dagli automobilisti italiani, a causa dei suoi costi elevati in alcuni casi, tende ad essere abbinata spesso ad ulteriori coperture accessorie. Il tutto per avere una maggiore tutela e garanzia quando si è al volante della propria automobile e così da poter viaggiare, sia per questioni private che di lavoro, in maniera più serena. Cerchiamo comunque di capire quali siano le coperture aggiuntive più gettonate dagli italiani.

Le garanzie accessorie più richieste

Tra quelle diffuse e domandate alle diverse compagnie assicuratrici nel nostro Paese, vi sono quelle riguardanti gli atti vandalici, che si attesta intorno al 4,70%, e la Kasko completa, richiesta da circa il 5,40% degli assicurati. Un pò più gettonata, considerando forse le tante situazioni negative accadute nel nostro Paese, è la copertura riguardante gli eventi naturali, domandata da circa il 7,20% degli utenti.

Circa il 9% di questi, invece, tende a richiedere una copertura inerente i cristalli, quindi a protezione dei vetri del proprio veicolo, mentre una quota leggermente maggiore, attorno al 9,4%, si tutela ulteriormente con la Kasko Collisioni. Tuttavia, a preoccupare ancora di più gli automobilisti,  sono gli incendi ed i furti, purtroppo molto diffusi nel nostro Paese, a cui fanno fronte con una tutela assicurativa accessoria circa il 12,3% degli utenti.

Con una percentuale uguale, al 13,2% per entrambe, vi sono invece le coperture riguardanti sia l'infortunio al conducente che l'assistenza stradale. Delle problematiche molto sentite dagli automobilisti e, di conseguenza, ne sono richieste davvero tante alle diverse compagnie assicuratrici. Tuttavia, la garanzia accessoria più domandata è quella relativa alla tutela legale, scelta dal 13,3% degli utenti, e che serve a coprire eventuali spese legali in diversi tipi di sinistri in cui si può essere coinvolti.

I costi di tali coperture accessorie

Ad incidere parzialmente in questa particolare classifica, tuttavia, vi sono i costi connessi alle singole garanzie. Infatti, le tariffe medie riguardanti, ad esempio, la polizza atti vandalici, si aggirano attorno ai 510 €, mentre quelle per gli eventi naturali si attestano sui 327 €. Problematiche molto diffuse nel nostro Paese, ma le cui coperture accessorie sono poco richieste dagli utenti, anche causa proprio dell'elevato costo per sottoscriverne una.  

Bilanci internazionali: perché bisogna affidarsi a traduttori professionisti?

Bilanci internazionali: perché bisogna affidarsi a traduttori professionisti?

Quando le aziende, le società o le imprese hanno bisogno di un traduttore farebbero bene a rivolgersi ad una persona che sia qualificata ed affidabile, ma soprattutto specializzata nello specifico settore di competenza per cui si richiede il lavoro. Spesso infatti si commette l'errore di ritenere che un traduttore sia esperto in tutte le materie ed in tutti i settori. In realtà non è così, poiché magari un traduttore può essere bravissimo nella traduzione di testi medici, ma rischia di andare in difficoltà nella traduzione di testi tecnici o di ingegneria che utilizzano parole specifiche del settore. In inglese, ma anche nelle altre lingue, una parola può assumere significati diversi in base al contesto. Per questo motivo è opportuno affidare la traduzione ad una persona che sia competente in uno specifico settore e che abbia delle conoscenze approfondite di quella determinata materia.

La traduzione bilanci sta diventando una pratica sempre più diffusa poiché, grazie anche alla proliferazione di nuove collaborazioni sul web, sta diventando di fondamentale importanza poter tradurre documenti e contratti per avviare nuove partnership con aziende e società estere. Naturalmente bisogna affidarsi ad un'agenzia che sappia tradurre bilanci aziendali sia in inglese che in qualsiasi altra lingua richiesta. Per tradurre un bilancio CEE, e quindi per mettersi completamente in regola, bisogna affidare la traduzione ad un traduttore madrelingua esperto della materia e specializzato nel campo tecnico-finanziario, capace quindi di padroneggiare perfettamente il linguaggio e le espressioni tipiche dei bilanci.

In seguito la traduzione deve essere asseverata presso un tribunale oppure presso un altro organo di competenza giuridica, come un notaio oppure un giudice di pace. La traduzione asseverata quindi assume valore legale in tutto e per tutto, valida naturalmente in ogni parte del mondo. Dopo aver richiesto l'asseverazione della traduzione, si potrà ottenere un documento cartaceo o digitale che ha un pieno valore legale, e che quindi può essere presentato agli uffici di competenza. Questa tipologia di traduzione, oltre a certificare l'intera procedura, riduce notevolmente i tempi ed i costi della pratica poiché non richiede ulteriori passaggi o pratiche burocratiche.

Le aziende che necessitano della traduzione asseverata di bilanci devono inviare una copia del bilancio all'agenzia di traduzione, per poi ricevere un preventivo. Dopo aver valutato i vari preventivi si potrà scegliere quello migliore, facendo un'adeguata valutazione sul rapporto qualità-prezzo. In questo caso però il costo non deve essere l'unico elemento da tenere in considerazione in fase di selezione, poiché come detto precedentemente è importante affidarsi ad un'agenzia dotata di traduttori madrelingua, che soprattutto conoscano perfettamente la materia tecnico-finanziaria per garantire un lavoro impeccabile, preciso e puntiglioso.

Assicurazioni auto, scegliere tra tradizionali e quelle online

Assicurazioni auto, scegliere tra tradizionali e quelle online

Con un mercato aperto e concorrenziale, il settore delle assicurazioni automobilistiche è in continua evoluzione e permette agli utenti un'ampia scelta sia di compagnie che di tipologia di polizze. Inoltre, è possibile tranquillamente passare da una all'altra, effettuando una semplice disdetta assicurazione auto e sottoscrivendone una successiva. E tutto ciò ha consentito di ottenere diversi vantaggi per gli assicurati.

Un ulteriore e recente aspetto dell'elevata concorrenza del mercato assicurativo sta nella possibilità di scelta tra compagnie tradizionali e quelle cosiddette "online". Queste ultime si sono affacciate sono negli ultimi anni, spinte dalla sempre maggiore diffusione dei computer e dell'uso della rete internet tra le persone. Cerchiamo di capire qual è la differenza tra queste due tipologie di assicurazioni e quali sono i vantaggi e gli svantaggi offerti da ognuna.

Le assicurazioni auto tradizionali

Questo tipo di compagnie assicurative, avendo agenzie e sportelli sparsi sul territorio, offrono il vantaggio di poter avere un contatto diretto con una persona fisica loro rappresentante, a cui affidarsi in caso di necessità oppure chiedere informazioni o chiarimenti. Inoltre, in genere, con questo tipo di compagnia, è possibile risolvere più facilmente e velocemente eventuali problematiche, evitando probabili attese telefoniche riscontrabili invece con le società online.

 

Proprio la capillare presenza di agenti e sportelli sul territorio determina per la compagnia assicurativa tradizionale maggiori costi, con la conseguenza che questi devono essere recuperati attraverso tariffe più alte delle polizze offerte agli utenti. Lo svantaggio maggiore di questo tipo di compagnia è, quindi, il considerevole prezzo di tali polizze, che tendono ad essere gravose per alcune persone.

Le assicurazioni auto online

Questo genere di società non possiede propri rappresentanti o agenzie fisiche e l'unico contatto disponibile è quello telefonico o internet. Tutto questo permette un abbattimento dei costi e quindi offerte assicurative e contratti con tariffe ridotte e competitive. La percentuale di risparmio, rispetto a quelle tradizionali, è considerevole. Ulteriore vantaggio è la possibilità di realizzare polizze fatte su misura per le esigenze di ciascuno. Inoltre, vi è anche la comodità di effettuare tutte le operazioni  dal proprio computer di casa e in tranquillità.

Tuttavia, proprio l'interfacciarsi soltanto online o telefonicamente, senza possibilità di interloquire direttamente con un rappresentante fisico della compagnia, per alcune persone è problematico. Infatti non permette eventuali facili e veloci chiarimenti o richieste di informazioni, che possono essere ottenute soltanto attraverso telefonate o email. Un ulteriore svantaggio sta nella possibilità di incappare, soprattutto per quei soggetti non molto esperti di internet o disattenti, in truffe o in polizze assicurative poco chiare e trasparenti.  

Quale assicurazione scegliere

La scelta quindi tra le compagnie assicurative tradizionali e quelle online non è facile e dipende da diversi fattori. Coloro che mirano al risparmio propenderanno per quelle online, mentre gli utenti che vogliono un contatto diretto e fiduciario con un'assicurazione sceglieranno una tradizionale.

Casa in vendita a Bergamo : come acquistare

Acquistare casa resta un sogno per molti ma fortunatamente nell’ultimo biennio qualcosa sembra essersi mosso finalmente nella giusta direzione con un incoraggiante ripresa del mercato immobiliare pari addirittura al 4,5%.

L'instabilità economica, l'incertezza sul futuro e la difficoltà di accesso al credito frenano gli acquisti immobiliari degli italiani. Ma anche in un momento di crisi come questo è ancora possibile piazzare il proprio immobile. 

Occorre stabilire un prezzo realistico: i primi quindici giorni sono i più importanti per riuscire a vendere il proprio immobile. Per questa ragione è importante stabilire fin da subito il prezzo giusto.

Una delle cose più importanti in ogni settore di vendita (compreso quello in cui tu adesso ti trovi che e’ il settore del vendere casa) è quello di posizionare correttamente il proprio prodotto nel mercato e poi di attirare il più gran numero possibile di potenziali clienti interessati a quel prodotto.

Per acquistare la casa giusta, però, è necessario essere in grado di valutarne molteplici aspetti, molti dei quali potrebbero non sembrare di prioritaria importanza in un primo momento, salvo poi rendersi conto che era invece necessario pensarci prima.

Per chi ha intenzione di prendere in considerazione una casa in vendita a Bergamo, uno dei primi consigli da fornire riguarda il budget prefissato per l’acquisto. A seconda della zona di Bergamo e della tipologia di appartamento, infatti, il prezzo a metro quadrato potrebbe subire delle oscillazioni ragguardevoli.

Per chi desidera una casa in centro e con tutti i comfort praticamente a portata di mano, il costo per metro quadrato di un’abitazione di pregio, rifinita e magari dei primi anni del ‘900, il prezzo potrebbe arrivare sino ai 2.700-3.000 euro. Una casa in vendita a Bergamo nella stessa zona ma di costruzione più recente e dunque meno rifinita a livello architettonico, potrebbe invece avere un costo al metro quadrato di circa 1.000 euro inferiore.

Zona che vai, casa che trovi, insomma. Per una casa in vendita a Bergamo in zone limitrofe ma non prettamente centrali, il costo potrebbe rivelarsi un’interessante attrazione, in particolar modo per i giovani alle prese con l’acquisto del loro primo immobile per il quale non vorrebbero spendere una fortuna. Nella zona di Seriate, ad esempio, una casa in vendita potrebbe avere di solito un prezzo nettamente inferiore, pari all’incirca a 1.000 euro/mq.

Si tratta di opportunità particolarmente ghiotte, soprattutto per coloro che non hanno problemi a spostarsi in centro città autonomamente e per chi ama essere lontano dal caos della zona urbana. Una casa in vendita a Bergamo rappresenta quindi un’interessante opportunità non solo per abitarvi ma anche per una rivendita futura che, stando alle previsioni, dovrebbe poter fruttare una somma di tutto rispetto.

Opinioni su Moneyfarm: funziona davvero?

Recentemente si sente parlare molto spesso di Moneyfarm, un servizio di investimenti finalizzato ad ampliare i tuoi guadagni. Come funziona Moneyfarm e cos'è nello specifico? É una Società d'Intermediazione Mobiliare (SIM) che offre i suoi servizi finanziari online, fornendo delle consulenze personalizzate. Per accedere ai servizi di Moneyfarm bisogna innanzitutto entrare nel sito, cliccare su "Pianifica il tuo percorso", ed infine compilare un questionario per stabilire il profilo di rischio più adeguato, individuando il portafoglio maggiormente indicato per le proprie necessità. Moneyfarm funziona davvero? Be', se su Reevoo il 97% delle opinioni su Moneyfarm è positivo un motivo ci sarà, inoltre per due anni consecutivi (il 2016 ed il 2017) la piattaforma è stata votata come il miglior servizio di consulenza finanziaria in Italia. Scopriamo i benefici ed i vantaggi di Moneyfarm.

Moneyfarm si propone come valida alternativa al conto deposito, anzi propone condizioni più vantaggiose. Alcuni conti deposito offrono rendimenti nulli o molto bassi, mentre Moneyfarm può assicurare rendimenti annuali anche superiori al 3%. Inoltre Moneyfarm, a differenza dei conti deposito, non impone alcun vincolo. Ciò significa che l'investitore, nel momento in cui decide di disinvestire i propri risparmi, può farlo tranquillamente senza pagare nessuna penale. Questo si traduce in una notevole libertà finanziaria, poiché puoi gestire il tuo denaro a piacimento controllando come viene gestito.

Cercando nel web è possibile incappare anche in recensioni su Moneyfarm critiche, prevalentemente persone che si lamentano di rendimenti negativi in determinati periodi dell'anno in cui il mercato è sfavorevole. Moneyfarm fornisce un ottimo servizio di consulenza, ma non può prevedere tutte le oscillazioni e le fluttuazioni di mercato. I piani di investimento di Moneyfarm prevedono guadagni sostanziosi sul medio e sul lungo periodo, non tanto sul breve. Inoltre durante un percorso di investimento alcuni cali sono fisiologici, tipici degli investimenti più remunerativi.

Ad ogni modo è possibile ridurre le perdite o limitare i danni nei periodi in cui il mercato è sfavorevole, sarà sufficiente preparare un PAC, cioè un Piano di Accumulo. Il PAC prevede l'investimento automatico di una cifra mensile, capace di limitare sensibilmente le oscillazioni del rendimento, in modo da ottimizzare i guadagni soprattutto nel lungo periodo. Altro aspetto positivo è che Moneyfarm guadagna esclusivamente dagli abbonamenti sottoscritti dai clienti, e non percepisce alcuna provvigione da parte degli emittenti per gli EFT consigliati. Ciò significa che i consulenti di Moneyfarm possono dare consigli assolutamente disinteressati e finalizzati unicamente ad incrementare il profitto del proprio cliente.

 

Il miglior interesse su conto deposito

Coloro che sono in possesso di una somma di denaro che non utilizzano e che non hanno alcuna intenzione di utilizzare nel prossimo futuro, dovrebbero assolutamente pensare ad un investimento. Grazie ad un investimento infatti questa somma di denaro può maturare degli interessi, aumentando quindi il suo valore. Di investimenti da poter mettere in atto ce ne sono davvero numerosi, ma quelli in assoluto più semplici e alla portata di tutti sono quelli offerti da un conto deposito. Scegliendo un conto deposito infatti voi non dovrete far altro che versare la vostra somma di denaro, i vostri risparmi, e scegliere la durata dell’investimento. Potete a quel punto dimenticarvi di quei soldi sino alla scadenza, quando svincolerete la vostra somma di denaro ormai maggiorata dagli interessi. Per scegliere un conto deposito per i vostri risparmi, vi consigliamo caldamente di controllare il tasso di interesse.

Qual è il miglior interesse su conto deposito? Possiamo in generale affermare che i conti che vi garantiscono un interesse che si aggira intorno al 3% sono i migliori, quelli che vi garantiscono un guadagno sicuramente molto interessante. In assoluto il miglior interesse su un nuovo conto deposito vi viene offerto da Esagon. Il conto Esagon infatti vi permette di ottenere addirittura il 3,15% nel caso in cui optiate per un vincolo a lunga scadenza, di 84 mesi.

Tra le caratteristiche più importanti di questa nuova realtà, non dobbiamo ricordare solo il tasso di interesse così elevato, ma anche il fatto che resta invariato durante tutta la durata del vincolo che avete scelto. Si tratta di un dettaglio importante che spesso non viene preso in considerazione al momento della scelta del conto deposito a cui affidare i propri risparmi, un dettaglio che invece può fare davvero la differenza. Se il tasso infatti è variabile, potreste vederlo scendere in modo davvero intenso durante la durata del vincolo e potreste vedere quindi gli interessi maturati come una cifra piuttosto bassa rispetto alle vostre aspettative. Se invece il tasso è fisso, saprete con certezza quanti soldi extra riuscirete a trovare sul conto e potete essere sicuri che si tratterà di una cifra davvero molto interessante.

Esagon vi mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per controllare ovviamente l’andamento dell’investimento. Anche questo è un dettaglio da non sottovalutare. Durante il vincolo potete accedere tramite internet banking al vostro conto e vedere quanti interessi avete maturato, dato che vengono liquidati ogni tre mesi oppure una volta all’anno. Non solo, avete con Esagon la possibilità di accendere vari investimenti, di valore variabile e anche di durata variabile. Potrete, sempre online tramite internet banking, gestirli e avere quindi sempre sotto stretto controllo la vostra situazione finanziaria.

Oltre al miglior interesse sul conto economico, il conto Esagon offre insomma davvero molti vantaggi a tutti coloro che sono alla ricerca di un investimento sicuro al cento per cento e davvero di altissimo livello. La sicurezza è data anche dalla tutela che il conto offre su ben 100.000 euro depositati sul conto oltre che dalla grande professionalità ed efficienza del team che opera dietro a questa importante realtà. Avrete a disposizione anche un eccellente servizio assistenza, un altro dettaglio che è assolutamente da non sottovalutare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi